/ Newsbiella Young

Che tempo fa

Cerca nel web

Newsbiella Young | domenica 19 marzo 2017, 16:00

Pannelli solari: Un nuovo orizzonte del risparmio e dell’ecologia. Tutto ciò che c'è da sapere

Correva l’anno 1767 quando l’umanità scoprì l’acqua calda. In quell’anno, infatti, venne sperimentato il primo esempio di pannello solare detto “eliometro”.

Oggi l’evoluzione tecnologica di quel primo pannello permette di sfruttare in modo intelligente ed ecologico l’energia solare raggiungendo risultati ragguardevoli in termini di efficienza ma anche in termini di economicità. Il Sole, infatti, rappresenta un’importante fonte energetica alternativa ai combustibili tradizionali poiché, di fatto, è inesauribile e sufficientemente potente da soddisfare l’intero fabbisogno energetico mondiale. La versatilità delle tecnologie a pannelli solari consente di alimentare impianti civili ma anche industriali sfruttando l’energia del sole per trasformarla in calore. Questa tecnologia non va confusa con quella dei pannelli fotovoltaici che invece producono energia elettrica e possono anch’essi essere utilizzati sia in ambiente domestico, sia in ambito industriale. I pannelli solari sono sfruttati principalmente per riscaldare l’acqua sanitaria che, negli impianti più comuni, può raggiungere i 60°C.

Sono quindi un valido sostituto degli scaldabagni elettrici e delle caldaie a gas. In alcuni casi è anche possibile utilizzare i pannelli solari per il riscaldamento della casa. Possono coprire il 20-30% del fabbisogno energetico invernale se l’edificio è ben isolato e l’impianto a bassa temperatura come, ad esempio, accade per i pavimenti radianti. Scegliere di utilizzare l’energia solare ha grandi benefici sull’ambiente poiché quella ricavata dal sole è un’energia rinnovabile, pulita e sostenibile. Una famiglia di 4 persone, ha una necessità di acqua calda di circa 300 litri al giorno. Mentre una famiglia, di 2/3 persone necessita di circa 200 litri. Sapere la quantità di acqua calda usata quotidianamente è necessario per capire di che tipo di impianto necessitiamo e soprattutto per dimensionare la capacità del serbatoio. Per dimensionare il proprio impianto occorre considerare che servono 1,2 metri quadrati di pannello solare per ogni persona per l'Italia Settentrionale, 1 metro quadrato per ogni persona per l'Italia Centrale, e 0,8 metri quadrati per ogni persona per l'Italia del Sud. Mentre occorre disporre di 50-70 litri di serbatoio per ogni metro quadrato di pannelli solari installati.

Quindi occorrono circa 4 metri quadrati di pannelli solari e 200-280 litri di serbatoio per una famiglia di 3-4 persone del Nord Italia. Mentre bastano circa 3,2 metri quadrati di pannelli solari e 150-200 litri di serbatoio per la stessa famiglia di 4 persone nel Sud Italia. Un aspetto da considerare per il dimensionamento del proprio impianto è anche l’orientamento dell’immobile e la sua esposizione. La vita media di un impianto solare termico è di circa 25/30 anni. Dopo questo lasso di tempo si registra un calo di rendimento fino al 20% ma la funzionalità è legata anche all’attività di manutenzione che consiste in una semplice ispezione visiva del pannello. La mancata manutenzione potrebbe comportare la perdita di integrità del vetro riconoscibile dalla presenza di crepe, dalla deformazione della piastra assorbente, oppure dal parziale distacco del sigillante cioè della parte di struttura sulla quale si appoggiano i pannelli. Se il pannello solare, di per sé non ha un grande costo, ciò che può risultare oneroso è la modifica degli impianti esistenti. Per impianti dimensionati sul fabbisogno di 4 persone il costo può aggirarsi attorno a 5000-6000 euro per tecnologie di buona qualità. Occorre però ricordare che il costo si ammortizza durante gli anni per via della riduzione delle spese per il combustibile necessario per scaldare l’acqua in quanto il combustibile non c’è. E’ altresì possibile beneficiare dei contributi statali per le ristrutturazioni con rimborsi che variano dal 50% al 65%. Come sempre ricordiamo che prima di fare scelte avventate è sempre ottima cosa rivolgersi al proprio termoidraulico di fiducia.

 

GABRILE RUSTA, ANDREA BERTINETTI, GABRIELE MUSCAS

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore