/ CULTURA E SPETTACOLI

Che tempo fa

Cerca nel web

CULTURA E SPETTACOLI | sabato 18 marzo 2017, 07:40

Piazzo: Ok del Comune di Biella al nuovo corso di Palazzo Ferrero

Sarà un'Associazione Temporanea di Scopo (ATS) a gestire e animare Palazzo Ferrero, "Palazzo Ferrero – Miscele Culturali", guidata da Università Popolare Biellese (UPB EDUCA) e di cui fanno parte anche Centro Studi Generazioni e Luoghi, Accademia Perosi, Associazione BiYoung, Consorzio Sociale Orizzonti.

La convenzione che disciplina questo accordo, di durata triennale, è stata illustrata ieri mattina, venerdì 17 marzo, a Palazzo Oropa, alla presenza degli assessori Francesca Salivotti e Teresa Barresi. L'accordo prevede che il Comune possa continuare a disporre della dimora storica per due giorni all'anno e uno spazio aperto resterà fruibile in base ad eventuali richieste. La gestione include anche la caffetteria, uno spazio commerciale, ma funzionale alla vita e alla completa fruizione del Palazzo.

"Palazzo Ferrero è una dimora storica, restaurata nel 2006, di grande valore che, in questo momento, era sottoutilizzata. - ha spiegato l'assessore alle Politiche Sociali, Francesca Salivotti - L'accordo ha l'obiettivo di far vivere questo meraviglioso palazzo, che grazie all'attività di Palazzo Ferrero Miscele Culturali ATS, avrà modo di essere nuovamente aperto alla popolazione 365 giorni all'anno e di ospitare numerose attività legate a educazione, eventi, spettacoli, mostre e allestimenti. Con questa nuova gestione Palazzo Ferrero troverà una nuova identità nell'ambito però di una rivitalizzazione dell'intero borgo del Piazzo".

Oltre alla capofila e ai suoi partner, esiste una rete di collaborazioni con: Associazione "Far Pensare", BI-BOx Art Space, Associazione Stilelibero, Associazione 015, Jazz Club Biella, società musicale "G. Verdi" Città di Biella. Ci sono anche delle aziende: Silvana Editore, Arc en Ciel, Glocal Project Consulting. 

"La vocazione culturale di Palazzo Ferrero - ha dichiarato l'assessore alla Cultura e al Turismo, Teresa Barresi - penso sia evidente a tutti, ma per il Comune la difficoltà maggiore sta nel garantirne anche solo l'apertura, vista la scarsità di risorse. L'affidamento della gestione ad un altro o ad altri soggetti ha proprio lo scopo di assicurare alla struttura una continuità che crei una sorta di filo comune tra Biella Piazzo e Biella Piano. Il tutto nell'ottica di potenziare la fruibilità della nostra città non soli ai biellesi ma anche a chi deciderà di visitarla arrivando da fuori provincia. Già in altre occasioni si è posto l'accento, per esempio, sull'asse che nella nostra idea lega la Biblioteca Civica, ai piedi del borgo storico, alla Funicolare e quindi al Piazzo stesso".

v.l.

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore