/ Cronaca dal Nord Ovest

Che tempo fa

Cerca nel web

Cronaca dal Nord Ovest | venerdì 17 marzo 2017, 11:27

Polizia Ferroviaria, controlli a tappeto nelle stazioni

Giornata intensa per la Polizia Stato martedì 14 marzo: gli agenti sono stati impegnati in un servizio straordinario nelle stazioni con controlli a tappeto che hanno interessato non solo gli scali ferroviari, ma anche i depositi di metalli ferrosi, grazie all'attività programmata su tutto il territorio nazionale dal Servizio Polizia Ferroviaria di Roma.

Anche il Compartimento Polfer per il Piemonte e la Valle d'Aosta ha messo in campo i suoi uomini. Complessivamente, sono stati impiegati nelle attività di controllo 132 operatori della Specialità, con l'identificazione di 557 persone di cui 14 straniere, risultate irregolari. Sono stati presenziati i convogli in arrivo e partenza, controllando in tutto 220 treni. Nel torinese gli operatori della Squadra Informativa del Compartimento Polfer hanno effettuato un controllo amministrativo ad una ditta di metalli, unitamente al Servizio Tutela Ambientale della Città Metropolitana di Torino, deferendo in stato di libertà l'amministratore unico delegato, una cittadina italiana settantenne.

In provincia di Novara invece sono stati impiegati 15 operatori per effettuare numerosi controlli anche in quelle stazioni di competenza non presidiate da personale Polfer tra le quali: Borgomanero, Orla Miasino, Trecate, Garbagna Novarese, Vespolate e Borgolavezzaro. Gli operatori della Sezione Polfer di Novara hanno verificato anche una ditta di recupero metalli di Borgomanero, senza riscontrare irregolarità.

Nella provincia di Alessandria, il personale del Posto Polfer di Tortona ha fermato un cittadino italiano quarantacinquenne, senza fissa dimora che unitamente ad un'altra persona arrecava disturbo ai viaggiatori nella sala d'attesa della stazione di Tortona. Entrambi pluripregiudicati, uno dei due è risultato inottemperante al divieto di ritorno nel comune di Tortona per tre anni, e pertanto è stato denunciato a piede libero. Sempre nella stazione di Tortona è accaduto che un treno merci proveniente da Foggia e diretto a Torino, si è dovuto arrestare con manovra di 'frenata rapida', a causa di una persona che attraversava il binario impegnato dal convoglio. Attirati dal rumore della frenata, gli operatori del Posto Polfer sono riusciti ad individuare il soggetto e a fermarlo dopo un breve inseguimento a circa trecento metri dall'ingresso della stazione. L'uomo, un trentaduenne pluripregiudicato, di nazionalità nigeriana, in possesso di regolare permesso di soggiorno, è stato denunciato per rifiuto di fornire le proprie generalità, nonché sanzionato in via amministrativa per l'attraversamento binari.

Nella provincia di Vercelli, il numero delle persone identificate dal Posto Polfer del capoluogo è stato di 72 persone, mentre il personale Polfer di Santhià ha presenziato le stazioni di Saluggia, Sant'Antonino di Saluggia, Livorno Ferraris, Bianzè Tronzano, mentre a Cascina Fiorina e Saluggia ha effettuato controlli presso due ditte di recupero metalli, senza riscontrare irregolarità.

Nella provincia di Aosta gli operatori del Posto Polfer hanno verificato tre centri di raccolta di materiale ferroso, con sede nei comuni di Donnas, Chambave e Poliein, anche in tal caso non rilevando anomalie. I depositi di materiale ferroso soggetti a specifici controlli amministrativi tra il Piemonte e la Valle d'Aosta sono stati complessivamente sette. 

c.s. Questura

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore