Fotogallery
domenica 08 marzo 2015, 21:17

Parla Pittore e cala il silenzio sulla piazza di Salussola FOTOGALLERY

Celebrato il 70° anniversario dell'eccidio di venti giovani partigiani. Cavicchioli: "E' grazie a loro che oggi possiamo andare a testa alta"

Parla Pittore e cala il silenzio sulla piazza di Salussola FOTOGALLERY

Cala il silenzio sulla piazza di Salussola quando dagli altoparlanti arriva la voce di Sergio Canuto Rosa, il partigiano Pittore, l’unico tra i ventuno messi al muro l'8 marzo del '45, che sia riuscito a scamparla, dopo un notte di botte e terrore, ancora abbastanza in forze da buttarsi giù dai cento metri dello strapiombo che costeggia la piazza e a colpire con una pietra il fascista che lo insegue e cerca di ucciderlo.

E’ il momento più intenso della commemorazione per il 70° anniversario del’eccidio in cui viene massacrato un gruppo di partigiani quasi tutti molto giovani, catturati qualche giorno prima in una cascina di Livorno Ferraris. Oggi Pittore non c’è più, ma la sua testimonianza è stata registrata, filmata, è diventata un dvd perché la memoria non si perda. E che sia importante oggi più che mai ricordare lo dice forte anche il relatore scelto per quest’anno, il sindaco di Biella Marco Cavicchioli, che, a braccio, aggiunge passione e commozione, ripetendo parole pesanti come orgoglio. “Quello dell’Italia che i partigiani hanno tenuto alto, in quello che è il senso unico della lotta partigiana. Di cui non mi interessa l'effettiva importanza militare ma che ci permette ora di tenere la testa alta”.

E che l'emozione sia ancora forte lo conferma la massiccia partecipazione di sindaci e di associazioni d’arma e di ex partigiani, arrivate fin dall’Ossola. Mancano un po’ i biellesi, o meglio ce ne sono ma avrebbero potuto essere di più. Per fortuna che ci sono loro, i bambini e ragazzi delle scuole, che fanno la propria parte, leggendo brani di Levi e Rigoni Stern ma anche di Guccini e Bob Dylan (un peccato che in questi frangenti ci si rammenti poco di Fenoglio). Se il ricordo va tramandato a qualcuno è proprio a loro, a cui, c’è da augurarsi, che le parole di Pittore siano entrate nel cuore e che da lì non se ne vadano mai. Commosso anche il sindaco di Salussola Carlo Cabrio:"Vorrei ringraziare tutti i sindaci per aver partecipato e le autorità. La loro presenza ci dimostra quanto il territorio sia ancora attaccato ai valori del passato". 

m.z.

Ti potrebbero interessare anche:
SU