/ ATTUALITÀ

Che tempo fa

Cerca nel web

ATTUALITÀ | sabato 22 marzo 2014, 15:18

Shamur: la stilista che sceglie soltanto tessuti biellesi

La torinese Maurizia Cabbia, dopo la laurea in architettura e aver viaggiato in oriente ha dato vita a un suo marchio: “Per i miei capi solo filati naturali ed ecosostenibili a chilometri zero”.

Shamur: la stilista che sceglie soltanto tessuti biellesi

“Uso solo filati e tessuti biellese per le mie produzioni, perché è sinonimo di buona qualità” a parlare è Maurizia Cabbia, torinese, creatrice del marchio Shamur; un termine che alla maggior parte delle persone ricorda l’Oriente.

In realtà si tratta dell’unione di due nomi: quella di un pastore tedesco femmina, Sasha e quello di Maurizia: ”Ho tanto amato la mia cagnolona e ora che non c’è più ho voluto dedicarle la mia linea di moda.  Di recente un’ amica israeliana mi ha confidato che in ebraico Shamur significa conservato, e ho pensato che a volte il destino è solo il compimento di ciò che desideriamo. Io volevo che si conservasse la memoria di Sasha”. Maurizia è laureata in Architettura  e per anni ha viaggiato in oriente soprattutto in India dove ha approfondito i suoi studi riguardo i tessuti e i ricami.

“Per i capi Shamur utilizzo solo filati naturali prodotti a Biella, dalla lana al cotone, dalla seta al lino. La ragione è molto semplice trovo sempre un prodotto di buona qualità e a chilometri zero - racconta Maurizia -.  Shamur gioca con linee sobrie ed essenziali, colori caldi ed eleganti, per una donna moderna e vivace che vuole vestire con gusto e stile”. Maurizia utilizza anche tessuti “sperimentali”, cioè ecosostenibili e  riciclati, come lana rigenerata agugliata a mano, filo di denim riciclato e cotone organico.

Gli abiti Shamur possono essere acquistati in due negozi di Torino, gestiti da una cooperativa sociale, che vendono capi di gusto parigino: ”La mia è una produzione artigianale che punta sulla qualità e non sulla quantità. Collaboro con magliaie esperte, ma siamo in poche perché è un mestiere che si sta perdendo”.  Per presentare  la collezione primavera/estate, Shamur sarà presente a ByHand, la mostra-mercato dedicata alla moda emergente e autoprodotta, all’Archivio di Stato in piazza Castello 209,  dalle 11 alle 20 di sabato 22 marzo e dalle 11 alle 19 di domenica  23 (info www.byhandshow.com).

Elena Lovero

Ti potrebbero interessare anche:
Prima Pagina|Archivio|Redazione|Invia un Comunicato Stampa|Pubblicità|Scrivi al Direttore